Salute Virtuale – Newsletter Marzo 2014

News sulla salute dal Dr Richard Sillipp. Pubblicata mensilmente dallo Studio Chiropratica Benessere.

Qual è il tuo Problema?

3339467182_111b5888d6_bMolte persone iniziano i trattamenti Chiropratici per via di fastidi o dolori. Ma il dolore non è il problema!

Il dolore è un sintomo. Un segnale. Un segno. Il dolore è un problema tanto quanto un segnale stradale o la tua sveglia che ti annuncia l’inizio della giornata. Se c’è un problema, sta nelsignificato che attribuiamo al dolore.

Quando incontriamo pazienti che hanno dolore, oltre ad essere compassionevoli, il nostro primo pensiero è che molto probabilmente hanno superato un certo limite fisico, chimico o emotivo a cui non riescono più ad adattarsi. Di conseguenza, siamo interessati al dolore, ma ancora di più a quale sia la causa che sta alla base di esso. Ed inoltre, a cosa dovrebbe fare il paziente in futuro per evitarla.

Conosci qualcuno che pensa che il dolore sia un problema? Fai in modo che ci conosca. Perché nel nostro studio il dolore non è mai un problema.

Il Messaggero

1495881756_4bb8520f59_bLa maggior parte delle persone pensa che la chiropratica riguardi le ossa, soprattutto quelle della colonna vertebrale. Ma in realtà noi siamo molto più interessati nei nervi. In modo particolare i messaggi (impulsi) nervosi che viaggiano tra il cervello e il corpo e dal corpo al cervello.

Ogni tipo di interruzione può disturbare o alterare l’integrità dei messaggi di controllo e regolazione dal cervello. Il risultato può tradursi in cattiva salute. Dal momento che il sistema nervoso controlla ogni cellula, tessuto, organo e sistema del corpo, la chiropratica può aiutare una vasta varietà di problemi.

Forse conosci qualcuno a cui gli è stato detto che: ”è tutto nella tua testa” o che dovrebbe “imparare a conviverci”. Peggio ancora, qualcuno che pensa che abbia una carenza muscolare! Fai in modo che ci conosca. O inoltragli la nostra newsletter cliccando sul link che trovi in basso “Invia ad un Amico”.

Attaccare la Spina!

294808769_e9e1ca2052_oSe conosci qualcuno che acquista cibi biologici cercando di ridurre la dipendenza dagli alimenti trasformati, ma non si fa fare gli aggiustamenti regolarmente, allora questa persona sta trascurando un punto chiave.

Supponiamo che tu vada al tuo supermercato preferito per la tua spesa settimanale. E dal momento che hai, saggiamente, acquistato nel reparto in cui ci sono i cibi freschi, tornato a casa li metti via nel frigo.

Mai hai trascurato un piccolo dettaglio. La spina non è attaccata! E’ come se il frigo avesse una grave sublussazione vertebrale a livello della presa elettrica.

Così come il tuo frigo non può conservare, proteggere e prolungare la vitalità degli alimenti, a causa di un malfunzionamento del suo sistema elettrico, il tuo corpo non può digerire, assimilare e eliminare i cibi in modo corretto se c’è una sublussazione che interferisce con il sistema nervoso.

Di conseguenza, non ha importanza quanto sana sia la tua scelta in cibi biologici, in quanto il tuo corpo non farà le stesse scelte sane.

E’ il tuo sistema nervoso che gestisce tutto. Se non funziona correttamente, tu non funzionerai correttamente. E se non funzioni correttamente, non potrai beneficiare dei cibi biologici, dell’abbonamento in palestra e di altre sane abitudini.

[one_third_last]

IN QUESTO NUMERO

Buono o Cattivo?

8486519343_fbf6fd15e3_bSembra che non passi settimana senza che sentiamo un’ennesima notizia sui pericoli del mangiare, bere o entrare in contatto con una sostanza od un’altra. Ciò che sconvolge ancora di più è che, se aspettiamo abbastanza a lungo, qualcuno altro sopraggiungerà con un altro studio che ne esalterà i suoi benefici per la salute!

Consideriamo alcune delle cose che le “autorità” hanno definito come non sicure:

Sushi… Carne rossa… Saccarosio… Saccarina… Tinte… Profumi… Cibi grassi… Uova… Caffé decaffeinato… Pane bianco… Hot dogs… Zucchero… Farina bianca… Caffé… Carboidrati… Acqua del rubinetto… Margarina…. Burro… Frumento… Mais geneticamente modificato… Fluoruro… Amalgama d’argento… Tonno… Pancetta…

Considera questo. Per ogni persona che ha avuto un effetto collaterale, ce ne sono milioni che non ce l’hanno avuto. Infatti, abbiamo tutti sentito dire da coloro che hanno 80, 90 anni, o persino più anziani, che il loro segreto di longevità stava nel mangiare o bere qualcosa che è stato detto essere un male per noi.

Hmmm. Forse non sono solo le sostanze. Forse è il nostro atteggiamento, il livello di stress, la capacità di adattamento (l’integrità del sistema nervoso), la tossicità del nostro ambiente ed una costellazione di innumerevoli altre questioni ad essere in gioco. Cosa ne pensi?

[/one_third_last]

Per un appuntamento chiama lo 011 19640896 or 392 2262596.



[one_half_last]
[/one_half_last]